Casa di Accoglienza “MONS. BONOMELLI”

FINALITÀ

Il progetto si propone di offrire ospitalità serale e notturna con carattere di temporaneità al fine di rispondere, in maniera adeguata, ai bisogni primari con la prospettiva di accompagnamento sociale delle persone.

ATTIVITÀ

Accoglienza serale e notturna, attività di animazione e momenti ludico-educativi. Si affiancano ai servizi primari alcune attività di sostegno con colloqui individualizzati, segretariato sociale e orientamento.
Il sostegno alle persone accolte si realizza attraverso la promozione del lavoro di rete e la collaborazione con le diverse realtà del territorio.

DESTINATARI

Il Servizio offre 41 posti letto per uomini senza dimora o in stato di grave emarginazione, talvolta con problemi legati alla dipendenza da sostanze e che si trovano a vivere disagi legati alla relazione e alla socializzazione.

ALTRI SERVIZI

PRESA
(Progetto Rifugio Emergenza Socio Abitativa)

Inteso come servizio integrativo della Casa di accoglienza Bonomelli, è un servizio attivo nella stagione invernale e prevede l’accoglienza di 18 uomini senza dimora o in stato di grave emarginazione.

CONTATTI

TRENTO
Lung’Adige S. Nicolò, 6
tel e fax: 0461 986747
fcs.bonomelli@diocesitn.it

Responsabile di Struttura: Mauro Pizzini
cell. 346 0189574 – m.pizzini@diocesitn.it

VOLONTARIATO

I volontari partecipano, affiancati dagli operatori, alle attività di accoglienza serale degli ospiti, distribuiscono i pasti serali e offrono ascolto, relazione e momenti di socializzazione.
Possibilità di servizio settimanale o quindicinale, individuale o in piccoli gruppi.
I volontari coinvolti vengono accompagnati, sostenuti e formati dall’Ente al servizio con gli ospiti, nel rispetto delle disponibilità
di tempo e di coinvolgimento.

Vuoi essere volontario anche tu?
Puoi contattare il Referente dei volontari: Lorenzo Travaglia
cell. 347 8580133 – fcs.volontaribonomelli@diocesitn.it

TESTIMONIANZE


Intrecci di umanità
p.33 – Occhi pieni di speranza
Occhi pieni di speranza, occhi pieni di gioia, occhi penetranti che raccontano storie tristi e difficili, occhi stanchi, occhi dolci, occhi positivi nonostante tutto. Occhi sconsolati a causa di tutto. Specchi di ricordi felici ma soprattutto occhi che chiedono ascolto e promettono un riscatto.
(Federico, volontario della Casa di Accoglienza Bonomelli di Trento)
Continua a leggere